Mazzarri: “Abbiamo fatto cose straordinarie. Lavezzi si sta allenando al massimo”

walter_mazzarri_napoli_palermoWalter Mazzarri ha parlato in conferenza stampa alla vigilia di Napoli-Siena: “Intanto non è scontato che noi battiamo il Siena, verranno qua per giocare e avete visto come ci hanno messo in difficoltà in Coppa Italia. Sono fiducioso che anche su altri campi si combatta come fatto fino ad ora su tutti i campi, abbiamo visto cosa ha fatto il Bologna anche se abbiamo avuto tante occasioni ma in questo momento contano solo i risultati e ci hanno battuti. Il Catania in casa ha sempre fatto molto bene e ha battuto tutte le grandi poi c’è Lazio-Inter ma queste partite non dipendono da noi, guardiamo solo al Siena. Il nostro campionato va valutat complessivamente con la finale di Coppa Italia e quanto fatto in Champions, non abbiamo mai fissato obiettivi ma detto solo di voler arrivare il più in alto possibile. Sono ancora arrabbiato per la sconfitta di Bologna, spero che i ragazzi stiano più attenti in fase difensiva e siano più cinici in attacco, a Bologna abbiamo visto proprio le cose che ci mancano e dobbiamo imparare per il futuro”.

LAVEZZI “Io sono abituato a guardare il campo e a come si allenano i giocatori. Lavezzi l’ho visto motivatissimo, non l’ho mai visto allenarsi così bene anche se era un pò contrariato per non essere partito titolare. Gli ho spiegato che era necessario perchè veniva da un infortunio, l’ho visto al top della forma e per quanto mi riguarda spero che sia così anche domani sul campo. Tutte le chiacchiere che ci sono attorno le conosciamo già, siamo abituati ma non ci facciamo più caso e di certo io non ne parlo con i calciatori”.

STANCHEZZA “Quella di domani è la cinquantesima partita e per un gruppo non abituato a fare certe competizioni è normale che ci troviamo stanchi. A Bologna il secondo gol ci ha svuotati perchè anche in svantaggio di un gol pensavamo di poter ribaltare il risultato, certo se si dovesse ripetere una cosa simile mi arrabbierei molto”.

COPPA ITALIA “Noi addetti ai lavori prepariamo partita per partita perchè i risultati contano tutti, spero che i ragazzi pensino solo al Siena perchè altrimenti facciamo la fine fatta a Bologna. Siamo abituati a giocare ogni tre giorni e avere sette giorni per pensare alla Juventus è tanto”.

GARGANO “Il dottore mi ha detto che Gargano è stato male nella notte e vedrò solo oggi se lo avrò a disposizione. Se dovesse mancare avrei le scelte obbligate. Tutti decantano altri moduli ma quando abbiamo dovuto cambiare non è andato bene e forse questo ha fatto capire quanto sia importante il nostro modo di stare in campo”.

FUTURO “L’allenatore è un precario per natura è sempre il presidente a decidere del suo futuro. Io ho un contratto per un altro anno e intendo rispettarlo ma ci sono anche i risultati che contano, se dopo le tre sconfitte consecutive ne fossero arrivate altre tre si sarebbe parlato di fallimeno. Arrivare in final di Coppa Italia è già un sogno e dopo quella partita dirò la mia e farò le mie valutazioni come ho sempre fatto con sincerità. In Italia non si può fare il manager perchè un allenatore non sa nemmeno che budget ha a sua disposizione io sono uno degli allenatori più vecchi e credo di saper ricoprire qualsiasi ruolo in società ma questo lo devono decidere altri non io”.

CHAMPIONS “Abbiamo creato un mostro, non si capisce il senso delle cose. Si è già dimenticato quanto fatto in Champions e se si va a vedere le prestazioni abbiamo perso dei punti immeritatamente, per colpa nostra o per colpa di altri ma abbiamo portato avanti le tre competizioni al meglio, a volte sento davvero cose assurde”.

MERCATO “Quando sono arrivato a Napoli ho cambiato la dislocazione dello spogliatoio, ho fatto più piccolo il mio ufficio con le cose indispensabili e i ragazzi non li vedo mai, con loro parlo della partita e se vogliono possono bussare per parlarmi di fatti privati sapendo che io sono a disposizione 24 ore su 24. Giuro che di queste voci di mercato io non so niente.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *